Microcemento: una risposta a tutte le necessità?

Che il microcemento sia una soluzione innovativa e soprattutto alternativa a numerosi problemi edili dell’epoca moderna lo si è capito già da tantissimo tempo. Più o meno da quando è sorta la necessità di trovare un materiale resistente e in contempo funzionale. Un materiale in grado di resistere alla perfezione alle intemperie del tempo, dando alle persone il modo di utilizzarlo con molta facilità.

Un materiale che si differenziasse dalla resina per la sua non tossicità, oltre che per il prezzo notevolmente ridotto rispetto alla stessa. Tuttavia, per sopperire per davvero a tutte le mancanze che i vecchi materiali edili comportavano e affidarsi unicamente alla tecnologia innovativa occorre scegliere il microcemento di qualità.

Il microcemento come quello offerto dalla Tecsit System, un materiale appositamente testato, nonché di alta qualità. Data la sua semplicità (i componenti del microcemento sono soltanto acqua, cemento normale e alcune piccole sostanze aggiunte) è praticamente impossibile che il microcemento si rompi nel tempo e causi danni agli ambienti o alle persone. Tutt’altro: il microcemento è una sostanza completamente sicura per la salute umana e animale. Non contiene elementi tossici respirabili ed è una sostanza spatolabile con una grande facilità.

E’ possibile trovare questo tipo di sostanza praticamente ovunque oggigiorno, in quanto si tratta di un materiale edile già ampiamente diffuso in moltissimi Paesi industrializzati occidentali in quanto offre numerosi vantaggi e tantissime possibilità. In particolare esso previene l’infiltrazione dell’acqua tra le piastrelle dei pavimenti, può venire applicato anche sulle superfici verticali, è in grado di reagire elasticamente a urti o danni fisici e così via.

Una sua particolarità è quella di non deteriorirarsi con il corso del tempo: il microcemento resta lucido e splendente come il primo giorno per moltissimi anni a venire. Tutto ciò ha creato, nel corso del tempo, numerosi miti a proposito del microcemento. Non tutti di essi sono veri, ma molti lati positivi sono comunque stati testati e confermati dai test di laboratorio.

Per esempio, sembra proprio che il microcemento sia una di quelle sostanze in grado di resistere ai terremoti. Questo avviene perché il microcemento è formato al più da molecole che possono allungarsi nel caso del bisogno.

Anche per questo il microcemento è stato definito come una specie di cemento malleabile, una sostanza flessibile a seconda dei casi. Includendo al proprio interno degli elementi idrofobici, il microcemento è in grado di allontanare l’acqua dalle pareti e prevenire la formazione dei problemi come la muffa, le screpolature e così via. A differenza di come si potrebbe pensare, il microcemento non richiede la manutenzione. Dopo averlo spatolato e messo su di una superficie è possibile abbandonarlo a sé stesso, anche perché in ogni caso il microcemento non si schiarirà e avrà sempre la lucentezza del primo giorno di spatolamento.

Il microcemento può adattarsi bene a una vasta gamma di superfici, anche quelle che includo la ceramica o altri materiali particolari.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *