La differenza tra alta e bassa pressione atmosferica

Tutti noi almeno una volta abbiamo sentito parlare di alta e bassa pressione atmosferica durante le previsioni meteo. Ma cosa vuol dire effettivamente ?

Prima di tutto è bene descrivere cosa sia realmente la pressione atmosferica. Di norma si crede che l’aria sia un qualcosa che non abbia un peso, nonostante ciò, l’aria che fa parte e compone l’atmosfera terrestre è un agglomerato di diversi gas, come: azoto, ossigeno, anidride carbonica, idrogeno e tanti altri in quantità molto più inferiore e presenta un suo peso specifico e una sua massa. Questa importante miscela che rende vivibile il pianeta Terra ed è essenziale per la vita di piante, animali ed esseri umani è costantemente sottoposta ad una variazione di pressione variabile a seconda dell’altitudine.

Questa spinta cui l’aria viene assoggettata, e definita pressione atmosferica, non è altro che: il rapporto tra la forza peso della colonna d’aria che preme su di una superficie presente in un qualsiasi punto dell’atmosfera terrestre e viene misurata secondo il sistema internazionale con l’unità di misura Pascal tramite degli appositi strumenti chiamati barometri. Ovviamente questa pressione non è mai costante e varia in funzione di specifici fattori.

Oltre alla variazione di quota precedentemente accennata -più aumenta l’altitudine e più diminuisce la pressione- entra in gioco anche il fattore temperatura. L’aria calda, infatti, risulta maggiormente leggera di quella fredda e tende perciò a salire. Dunque, più una colonna d’aria possiede una temperatura inferiore, più risulta pesante e di conseguenza esercita maggiore pressione. Quindi se la temperatura è soggetta a diminuzione la pressione aumenta, creando la così detta alta pressione, evento che può verificarsi soprattutto nelle zone montuose. Un’area di alta pressione viene anche chiamata area anticiclonica.

Viceversa, più la temperatura aumenta e tanto più la pressione diminuisce, andando a creare la così detta bassa pressione, un’area di bassa pressione viene chiamata area ciclonica. Questo fenomeno inversamente proporzionale è poi influenzato anche dall’umidità, in quanto, il vapore acqueo risultante più leggero delle molecole che compongono l’aria, a parità di temperatura e altitudine crea quel fenomeno per cui: tanto più la colonna d’aria risulta secca e priva di vapore acqueo, tanto più sarà pesante, andando a determinare un considerevole aumento della pressione atmosferica

Ovviamente le variazioni di pressione sono quasi sempre abbastanza contenute e circoscritte, ma cosa definisce e contraddistingue il tempo di alta e il tempo di bassa pressione?
Di norma il meteo caratterizzato dall’alta pressione prevede un cielo perlopiù sereno, tranne che per le piccole nubi che si possono venire a creare nelle stagioni più calde e dalla possibilità di formazione di piccoli banchi di nebbia stratificati molto vicino al suolo. Per quanto riguarda i venti per la maggior parte sono in presenza deboli o assenti e caratterizzati da un’aria prettamente calda anche in quota.

Con la bassa pressione, invece, è molto più frequente l’avvicendarsi di un tempo dal forte carattere perturbato con grandi precipitazioni molto diffuse e durevoli. Tutto ciò avviene a causa della risalita verso l’alto dell’aria più calda, che salendo fa diminuire la pressione e di conseguenza la temperatura. Questo fenomeno porta alla condensazione dell’aria in grado di formare nuvole e precipitazioni. Anche i venti sono costanti e forti ed è presente una scarsissima escursione termica nelle ore notturne dovuta dalla costante copertura da parte delle nuvole, che non permettono alle radiazioni solari di avvicinarsi al terreno.

Dopo questa rapida definizione sarà sicuramente più semplice identificare quelle zone caratterizzate dall’avvicendarsi di alta e bassa pressione e il cui variare porta un cambio repentino del meteo e sarà ancora più semplice interpretare le carte metereologiche mostrate durante le previsioni.

Consulenza legale e commerciale in USA

L’ordinamento giuridico statunitense segue una logica completamente diversa da quello italiano.
Tutti, più o meno, hanno potuto cogliere le differenze, evidenti o meno, che intercorrono tra il nostro sistema giudiziario e quello d’oltreoceano.
Attraverso film, serie televisive e tanto altro ancora, infatti, è possibile dare uno sguardo all’ordinamento giuridico americano, anche se non in maniera approfondita e precisa.
Tuttavia, è possibile fare chiarezza sull’intera questione, potendo così avere un’idea più chiara circa il funzionamento della legge statunitense.
Innanzitutto, è doveroso notare come vi siano una serie di differenze sostanziali tra la legge americana e quella italiana, contribuendo così a creare un divario importante tra i due sistemi che potrebbe provocare non poco smarrimento.

Come funziona l’ordinamento giuridico negli Stati Uniti?

Da un punto di vista meramente generale, è doveroso notare come negli Stati Uniti non esista un vero e proprio codice civile.
Mentre in Italia, infatti, esiste un codice che regola tutti quelli che sono i rapporti tra i singoli soggetti giuridici (dal punto di vista dei contratti, del matrimonio e quant’altro), è interessante notare come gli Stati Uniti siano sostanzialmente privi di una simile organizzazione.
Essendo un paese totalmente basato sui principi del Common Law, tutto ciò che fa fede in un contratto, per esempio, è il contratto stesso.
Il motivo per il quale, infatti, i contratti sono prolissi e consistenti è proprio questo: in mancanza di un codice civile che funga da bilancia in caso di controversia giuridica, il contratto in sé deve prevedere ogni singola circostanza.
Questi, dunque, non solo regolamenta lo status di ogni soggetto giuridico coinvolto, ma funge anche da garante attraverso le singole normative in esso contenute.

Perché una consulenza legale costa

Quando si deve avere a che fare con il sistema giuridico americano, i costi spesso tendono ad essere più elevati.
Il motivo di tutto questo è semplice: poiché, come ampiamente enunciato, tra i due sistemi giuridici intercorre una differenza davvero notevole, il consulente in questione dovrà innanzitutto aggiornare l’interessato sulle molteplici differenze che intercorrono.
Tuttavia, grazie ad una piccola raccolta di informazioni preliminare, è possibile approcciarsi con una consapevolezza maggiore a tutte le circostanze con cui si avrà a che fare, potendo anche così accelerare l’iter burocratico.
A causa della lingua, poi, non è raro trovarsi in difficoltà a causa delle barriere linguistiche, le quali possono dilatare notevolmente i costi e i tempi.
Potrebbe rivelarsi una buona idea, al netto di tutto ciò, affidarsi ad uno studio legale che funga da vero e proprio intermediario tra le esigenze del cliente e la loro effettiva risoluzione.
Grazie ad una dimestichezza non indifferente con tutte quelle che sono le dinamiche inerenti il sistema giuridico americano, è possibile guidare il cliente in tutte quelle che sono le sue esigenze, dandogli così la sensazione e la possibilità di sentirsi sempre guidato in qualunque momento, e qualunque sia la controversia in oggetto.
Attraverso delle ricerche mirate e precise, quindi, è possibile avere una consulenza legale e commerciale completa a trecentosessanta gradi.

Migliora il tuo posizionamento organico con freelance dedicati

Posizionamento organico di un sito web indica la posizione all’interno dei risultati di ricerca attraverso una parola chiave,o keyword.
Di seguito cercheremo di chiarire cosa determina il giusto posizionamento di un sito web su Google

POSIZIONAMENTO ORGANICO DI UN SITO: SEO

Il posizionamento organico di un sito web fa parte delle attività note con l’acronimo inglese:Search Engine Optimizazion (SEO),ovvero ottimizzare i motori di ricerca.
L’ottimizzazione SEO avviene sulla base di parole chiave o key,ed ha come obiettivo di far conquistare al sito una delle prime posizioni sulle pagine di Google.
Questo farà aumentare il numero di utenti che cliccheranno sul sito.

POSIZIONAMENTO ORGANICO DI UN SITO: KEYWORD.

Il posizionamento di un sito ha quindi come prima attività di indicizzare il proprio sito su internet.
Dopodiché è necessario svolgere altre operazioni più complesse che permettono che il sito venga visto in maniera più attinente,autorevole e importante nella ricerca digitata da un determinato utente su Google.
Per posizionare un sito web bisogna scegliere le giuste parole chiavi o keywords.
Le keywords sono infatti delle piccole frasi che l’utente digita per fare le sue ricerche sul web.
Un aspetto importante è distinguere una parola chiave specifica da una generica.
La parola chiave specifica,permette nel momento in cui viene posizionato il sito web su Google con la parola chiave che si è scelta che l’utente trovi subito il sito.
Questo determina un maggiore numero di visite settimanali o mensili sul sito web.
Il volume di ricerca è la misura che determina quante volte gli utenti possono arrivare al sito web usando la keyword scelta.
Un altro aspetto importante è la relazione logica tra la parola chiave che si sceglie e ciò che riguarda effettivamente il sito.
Quindi a tale proposito è necessario scegliere una parola chiave specifica e non generica,perché in tal caso il sito soddisferà solo una parte degli utenti.
Usare una parola chiave generica comporta come conseguenza negativa che l’utente che scrive la parola sul web e visualizza il sito una volta che ha cliccato tornerà indietro perché il sito non soddisferà le proprie esigenze di ricerca e cercherà su altri siti.
A tale proposito Google riesce a individuare questa problematica,quindi è possibile sapere quante volte un utente che clicca sul sito non trovandosi soddisfatto torna indietro nella ricerca su altri siti.
Ciò determina quanto sia importante per una corretta strategia di posizionamento di un sito web scegliere la parola chiave attinente.
La corretta strategia di posizionamento di un sito deve essere in grado di agevolare le ricerche che l’utente fa sul motore di ricerca ogni giorno.
Riuscire a raggiungere un buon posizionamento garantisce:
• Numerose visite al sito.
• Nel caso di un sito web di un azienda venditrice aiuterà ad aumentare nuovi potenziali clienti.
• Meno spese di pubblicità,in questo caso si parla di posizionamento di sito web a pagamento.

POSIZIONAMENTO ORGANICO A PAGAMENTO.

In alternativa al Posizionamento SEO Organico,si ha la possibilità di posizionare il proprio sito sul web a pagamento.
Anche se gli esperti consigliano di usare il posizionamento organico naturale,perché ritenuto più affidabile permette un traffico di qualità sul sito.
Il metodo a pagamento riguarda le campagne pay per clik.
Queste ti permettono di potere acquistare delle parole chiave per inserire dei link sponsorizzati nella parte più alta della pagina dei risultati del motore di ricerca,conosciuta con l’acronimo inglese Search Engine Results Pages (SERP).
Queste campagne a pagamento ti consentono di avere a disposizione un budget che ti permette di avere un immediata visibilità del sito sul motore di ricerca.
La visibilità termina quando finisce il budget.
Il posizionamento organico di un sito sul web comprende varie strategie alcune corrette altre meno,bisogna analizzare bene ogni aspetto e scegliere la strategia giusta per raggiungere l’obbiettivo prefissato.

Come abbellire un parquet con oggetti in ceramica

Il parquet è uno dei pavimenti più presi in considerazione per le case moderne. Questo perché è elegante, ma come abbinarvi oggetti in ceramica?

Ceramica e parquet: perché accostarli?

Il Parquet e la ceramica sono due materiali pregiati che vengono molto usati per gli accostamenti nelle abitazioni, soprattutto in ambito moderno. questo proprio perché entrambi possono essere usati per stili moderni e arredi classici ma sono utilizzati anche, in egual misura, per gli stili semi moderni. L’accostamento dei materiali è prima di tutto usato a livello visivo dove entrambi godono di ottima reputazione e possono delineare al meglio l’ambiente e il loro uso. La ceramica viene usata in differenti modi: il più usato è sicuramente all’interno di pavimenti e oggetti d’arredo di interni ben selezionati per mettere il risalto il tutto. In linea di massima si deve dire che il gioco di colori e le armonie scaturite dai vari accostamenti di questi due materiali non va mai in disaccordo coi loro principi nell’arredamento. Insieme essi formano un arredamento apprezzato e equilibrato all’interno di ogni ambiente in cui li si inserisce. Il modo più semplice per rendere quest’accostamento di impatto visivo molto immediato è l’uso di due colori differenti per i diversi materiali. Si può pensare infatti di prendere in considerazione un colore scuro per il parquet e uno chiaro per la ceramica, o viceversa. Il nero infatti è considerato molto di gusto nel campo dell’arredo di interni.

Che oggetti usare sul parquet?

L’utilizzo di oggetti in ceramica per tutto ciò che riguarda il parquet è molto richiesto e di moda ultimamente. Questo proprio perché grazie alla ceramica l’ambiente acquista certamente eleganza e modernità in pochi secondi.
Gli oggetti in ceramica più usati, oltre alle piastrelle, sono sicuramente i vasi. Essi non solo danno un tocco di verde alla casa ma anche lasciati vuoti possono risultare dei complementi d’arredo molto raffinati. Si possono sicuramente scegliere in vari tipologie: se si ha uno stile minimal e moderno possono essere presi in considerazione i vasi delle linee geometriche o dalle striature di colori basiche come il nero o il bianco. Per chi ama osare di più sono consigliati anche i colori tendenti al grigio e al bianco sporco ma è risaputo che i più sbarazzini rimangono sempre i colori accesi e sono di gran lunga i più presi in considerazione.

Le dimensioni degli oggetti

Arredare un interno può risultare difficile se non si tiene conto dello spazio in generale che si ha a disposizione. In tal senso quando si intende abbellire il parquet con degli oggetti in ceramica si deve osservare la stanza nel suo insieme e da più angolazioni, scegliere i mobili da inserire al suo interno e solamente dopo si può pensare ai oggetti che le fanno da cornice. Nell’arredo infatti ogni oggetto deve essere in armonia con gli altri e deve risultare unico nel suo genere. In particolare lo spazio da arredare non va solo riempito alla rinfusa con qualcosa ma va sottolineato. Sul pavimento per esempio possono essere introdotti oggetti di dimensioni più grandi mentre sulle varie mensole i complementi d’arredo devono essere piccoli ma originali. Per concludere si può affermare che la dimensione deve essere rapportata al tipo di spazio e all’oggetto da inserirvi.

Freelence copywriter: la tua azienda sarà un successo

Ti sei reso conto che hai bisogno di ampliare il tuo business e di doverti esporre ad una platea più ampia per aver maggiori clienti? Hai bisogno di aumentare le tue entrate economiche ed i servizi pubblicitari che hai attivato non hanno sorbito alcun effetto?
Allora probabilmente hai semplicemente sbagliato metodo.

Promuovi la tua attività con le giuste competenze

Si è evoluto il commercio e con esso tutto ciò che concerne la sua pubblicità: certamente un grande cartellone posto in una delle strade principali della tua città può far conoscere meglio il nome della tua azienda e la serie di servizi e beni che essa offre, ma se in calce viene riportato il link ad un sito vecchio, scarno e malconcio, quel tipo di pubblicità quasi certamente non avrà il giusto seguito e rimarrà sterile.
Questo avviene perché, in un mondo in cui è cambiato il concetto di “clientela” deve cambiare anche il concetto di marketing per essere adeguatamente competitivi: l’incremento degli acquisti per mezzo del web è la prova tangibile che qualcosa è cambiato rispetto a qualche anno fa.
Occorre quindi avvalersi di specialisti del settore web, che conoscano in modo approfondito le dinamiche al suo interno e che possano apportare cambiamenti nel vecchio modo di fare marketing.

Il metodo pubblicitario è personale

Naturalmente per poter affrontare il discorso pubblicitario si devono comprendere le propensioni e le disponibilità in merito all’ampliamento commerciale: l’inserimento internet di una azienda cambia a seconda delle caratteristiche dei servizi e dei beni che vengono offerti, poiché ogni azienda è unica.
Per queste ragioni, dopo aver contattato aziende specializzate nel settore web, bisogna lasciarsi consigliare adeguatamente sulla tipologia di metodo da intraprendere: consultando il sito https://www.freelancecopywriter.it/promozioni.html si possono, infatti, visionare i diversi metodi fra cui scegliere.
Per le aziende che hanno la possibilità di fare magazzino o per coloro che vogliono condividere la merce disponibile in negozio, si può, ad esempio, pensare ad un servizio di vendita online: cliccando sul prodotto interessato, il cliente può completare l’acquisto mediante una transazione online e ricevere direttamente al domicilio prescelto il bene in questione.

Altre tecniche di avanzamento posizione web

L’altro concetto importante riguarda il posizionamento web del proprio sito: vi sono diversi studi che attestano che l’utilizzo ponderato di linguaggio SEO aumenta radicalmente la possibilità di avere clienti in base alla posizione che il sito assume nell’ambito delle ricerche. Maggiori click riceve un sito da potenziali clienti, più sarà alta la probabilità di scalare la cima nei risultati di ricerca e di coinvolgere attivamente una vasta platea di clienti.
Per questa ragione, occorre conoscere i principi base del linguaggio specifico da utilizzare nel web: vi sono, appunto, figure professionali che possono risultare molto utili in questo senso.
Anche per le operazioni di mantenimento del sito in questione, o di aggiornamento delle pagine social principali, questi specialisti possono utilizzare la competenza pluriennale che hanno sviluppato e aumentare la visibilità dell’azienda.
Lo studio del mercato web è un altro punto fermo importante: sapere perfettamente quali siano i siti concorrenti o le aziende che trattano gli stessi beni e servizi, significa poter impostare il proprio sito in maniera altrettanto competitiva sempre nell’ottica di distinguersi dalla massa. Anche questo servizio è trattato fra le promozioni ampiamente spiegate su https://www.freelencecopywriter.it/promozioni.html e puoi ulteriormente approfondire compilando il form di contatto.

Rendi memorabile il tuo evento a Roma

Rivolto ad imprese di ogni tipologia, il team di nosilence.it si propone di organizzare nei minimi dettagli qualsiasi evento aziendale a Roma. Sul sito https://www.nosilence.it/ è possibile conoscere tutti i servizi che questa società offre, richiedere un preventivo o una consulenza. Nosilence è l’organizzazione eventi su misura per la tua azienda.

PROFESSIONALITA’ E INNOVAZIONE
Con un’esperienza decennale alle spalle, nosilence.it è sulla cresta dell’onda nel mondo romano dell’organizzazione eventi. Ha lavorato con grandi aziende, di tutti i settori, piccole e grandi. Si sa che organizzare un evento richiede tempo, agganci giusti e una visione globale che solamente dei professionisti possono avere. Si sa anche, inoltre, che molti eventi risultano alla fine amatoriali, noiosi, incapaci di lasciare il segno. Ecco perché affidare a nosilence.it la tua vetrina aziendale è la soluzione giusta. L’evento aziendale, qualsiasi sia lo scopo, ha come priorità quella di mettere in risalto i punti di forza della società e attirare nuovi clienti, nuovo personale, nuovi investitori, nuovi campi di mercato. Nosilence.it costruirà una vetrina perfetta e adatta agli scopi e al profilo della vostra azienda.

ORGANIZZAZIONE DALLA A ALLA Z
Nosilence.it prende in considerazione e in carico tutto: dalla location, dal materiale di allestimento, al personale, ai servizi di comunicazione e pubblicità, offrendo un’offerta personalizzabile e concordata al 100% con l’azienda. I palchi, le passerelle, le coperture, l’audio, le luci, i video, gli stand fieristici, gli elementi di scenografia finanche l’arredo sono solo alcune delle componenti fondamentali dell’allestimento di un evento, qualsiasi sia la sua natura. Risulta importante non tralasciare nessun dettaglio, perché tutto contribuisce a mettere in risalto la qualità del vostro businnes, per far rimanere impressa nella memoria dei visitatori e dei partecipanti la cura con cui la vostra azienda lavora. A questo proposito, la location è senza dubbio d’importanza rilevante: il team di nosilence.it ha un catalogo ricco e sempre aggiornato, a Roma e dintorni. Non bisogna poi dimenticare che contribuisce alla riuscita di un evento anche il ricorso ad un personale qualificato, quali hostess, barman, personale tecnico, animatori di ogni tipo, uomini della sicurezza e perfino artisti. Sul book di nosilence.it i contatti nel mondo dell’arte e della musica sono sempre aggiornati e garantiscono l’animazione indimenticabile di un party o di una serata aziendale. Last but not least, nosilence offre anche una gamma molto ampia di servizi: si va dal noleggio di attrazioni come giostre o gonfiabili, al lavoro di segreteria e ufficio stampa, all’organizzazione dei trasferimenti, alle stampe di flyer o gadget fino all’organizzazione dei pernottamenti.

UNO STAFF COMPETENTE E DINAMICO
Il team di nosilence.it ha competenze atte ad esaudire ogni desiderio del cliente aziendale in materia di organizzazione eventi. Professionisti di tanti settori, con esperienza e voglia di mettersi in gioco: progettisti, allestitori, account, falegnami, pittori, elettricisti, grafici, pittori, coordinati da manager dinamici. Si tratta di una grande squadra pronta ad ascoltare tutte le esigenze del cliente. Si tratta di organizzare una cena aziendale? Oppure di allestire uno stand in una fiera? Si tratta di partecipare a un context internazionale e presentare al meglio la propria società? O forse si vuole proporre una serata per beneficenza, finanziata dalla vostra azienda, e si ha bisogno di animazione di alto livello? Nosilence.it ha le soluzioni giuste per ognuna di queste situazioni e molte altre ancora. Non è facile districarsi nelle varie trappole burocratiche, non è semplice trovare a Roma la location ideale che rientri nel proprio budget, non è un gioco da ragazzi trovare personale competente e qualificato per diversi stand e diversi giorni di fiera. Questo è risaputo e spesso la soluzione di organizzare da soli un evento non è la soluzione migliore. Per avere un risultato professionale e di alto livello, rivolgersi allo staff di nosilence.it è un’opzione da tenere in grande considerazione. Contattarli è facile, sia dal sito www.nosilence.it, sia scrivendo una mail o facendo una telefonata. Si possono richiedere preventivi o consulenze. Nosilence.it è la soluzione professionale per ogni evento!

Quale vernice utilizzare per tingere le scarpe? Spray o tubetto?

Le scarpe possono essere colorate in base alle proprie preferenze, il prodotto che consente di poter fare ciò è la vernice. In questo articolo vi guideremo per poter effettuare la scelta in base al vostro caso, tra le soluzioni migliori potete fare uso sia di quella in modalità spray o a tubetto.

Quale vernice utilizzare per tingere le scarpe?

Molti di voi si domandano se le scarpe in pelle possono cambiare colore e se la risposta è si, come? Proviamo quindi a rispondere ai vostri quesiti in maniera completa ed esauriente. La tintura per scarpe in pelle viene quindi applicata laddove si ha intenzione di rimediare a dei difetti visivi o magari laddove il colore originale non è di gradimento. Tutto quello che bisogna fare è rimuovere la finitura del pellame della scarpa, un consiglio prima di effettuare questo passaggio è applicare del solvente particolare. Nel caso in cui non trovate un prodotto adeguato potete sempre usare come alternativa l’acetone. Di conseguenza dovete munirvi di una spugnetta verde e versate un pò di prodotto su di essa. Dopodiché potete continuare con la tecnica dello strofinamento sulla finitura, la scarpa tenderà a perdere colore, questo aspetto è del tutto normale. Non posizionatela a fonti di calore e lasciate asciugare per un paio di ore. A questo punto non vi resta che prendere la tintura e dopo averla mescolata con il pennellino iniziate a stenderla. Infine lasciate le scarpe ad asciugare e il giorno seguente controllate e godetevi il vostro nuovo colore.

Vernice spray o a tubetti?

La vernice spray per pelle può essere applicata su qualsiasi tipo di pellame sia di tipo liscio, tessuto o semi-pelle. Grazie a questa tipologia di prodotto potete dare vita alle vostre scarpe, in quanto queste ultime possono cambiare anche da nere a bianche. La sua azione risulta essere funzionale e veloce, la vernice asciuga in fretta e non stringe. I colori sono disponibili in varie tonalità, permettendovi di avere il massimo del risultato. Prima di applicare lo spray sulle scarpe è necessario pulire la superficie che si intende tingere attraverso un panno umido, nel caso in cui risulta essere decisamente danneggiata aggiungete al panno umido dell’alcool. Dal momento in cui sono completamente asciutte potete procedere con la bomboletta. Agitate per bene il prodotto e iniziate a tingere ad una distanza di 20-25 cm. I passaggi che dovete eseguire sono due, la seconda volta dovete dare più colore in modo tale da raggiungere il vostro scopo di avere il risultato sperato. Infine basta attendere che la vernice si asciuga.

Vernice a tubetto

La vernice a tubetto è un prodotto di alta qualità che viene usato per poter redigere e tingere qualsiasi tessuto in pelle. Questa tipologia è a base di acqua e consente di poter mescolare il colore desiderato per raggiungere il risultato cromatico desiderato. Tra le migliori caratteristiche di cui è dotato il prodotto a tubetto vi è la capacità di copertura, che risulta essere eccellente sotto ogni punto di vista.

In base alle vostre preferenze questi articoli rappresentano due modalità di vernice estremamente utili, la funzione è la stessa cambia solo la tecnica. Divertitevi colorando le vostre scarpe in pelle, rimarrete contenti e soddisfatti del risultato finale.

Storia e regole del gioco della dama

Uno dei giochi che viene ancora praticato è quello della dama che vanta delle origini davvero antiche. Nonostante ciò sono ancora molte le persone che si dedicano a questo gioco che richiede attenzione e impegno per portare a termine la partita vincendola. Di seguito cercheremo fornire una breve storia di questo gioco e quelle che sono le regole del gioco.

Storia del gioco della dama

Ci sono diversi studi e ricerche archeologiche che testimoniano come risalga a tempi davvero antichi. Le prime testimonianze di un gioco molto simile alla dama, composto da una tavola come una damiera e delle pedine risale addirittura all’antico Egitto, precisamente a circa 5000 anni prima di Cristo, e oggi questo gioco primordiale può essere ammirato nel museo di Bruxelles.

Successivamente anche in Mesopotamia e Creta, sono stati trovati indizi di giochi simili alla dama, anche se in realtà non è possibile stabilire dei collegamenti tra questi ritrovamenti e l’antico gioco egiziano. Le pergamene ritrovate in questi luoghi infatti evidenziano soltanto dei giocatori seduti intenti a studiare la damiera ma non sono state ritrovate delle indicazioni circa le regole da seguire per portare a termine la partita.

Anche l’antica Grecia ci ha portato delle testimonianze sul gioco della dama. I giochi presenti erano infatti due, la petteia e la cubea; la prima era un gioco molto simile alla dama in quanto prevedeva l’uso della damiera e delle pedine mentre nella cubea era previsto anche l’uso di un dado che si lanciava prima di muovere le pedine. Il gioco si sviluppò nel corso degli anni fino a che trova la sua massima diffusione in Francia, dove venne denominato Jea de Madame, proprio perché adatto alle donne, ed in seguito fu abbreviato in dama.

Regole del gioco della dama

Il gioco si svolge sulla damiera composta di caselle di colore alternate bianche e nere e deve essere posizionata con la casella di colore nero nell’angolo destro in basso. Ciascun giocatore ha a disposizione 12 pedine di colore bianco o nero da posizionare sulle prime tre righe, inizia a giocare per primo il giocatore con le pedine di colore bianco. Le pedine devono essere mosse in diagonale sulle caselle scure sempre in avanti e avanzando di una casella alla volta. Nel momento in cui una pedina raggiunge la fine della damiera diventa dama e si sovrappone un’altra pedina sulla stessa.

Nei vari spostamenti in diagonale, le pedine possono mangiare quelle dell’avversario a condizione però che abbiano la casella successiva libera, continuando a mangiare pedine se le caselle in sequenza sono libere. In questo modo si dà vita a quella che viene chiamata presa multipla, togliendo dalla damiera le pedine mangiate. Anche la dama si muove nello stesso modo, potendo mangiare sia le pedine che le dame avversarie quando ne ricorrano le condizioni. Si vince quando si mangiano tutte le pedine avversarie.

Per fare pratica online visitare la pagina dama su Giochi Stars.

Trend tecnologici: come le novità aiutano le imprese

Il 2019 si sta rivelando un anno molto importante per le imprese. Le innovazioni tecnologiche stanno portando sempre più cambiamenti e i marchi che riusciranno ad essere all’altezza delle nuove sfide potranno dettare legge sulla concorrenza.

Anche nell’anno in corso sono davvero molti i trend tecnologici che stanno aiutando le imprese a compiere un definitivo salto di qualità. Se fino ad ora questi trend avevano ancora uno “status” iniziale, caratterizzato da un utilizzo ancora ridotto, gli analisti del settore percepiscono invece un impatto via via più decisivo e un potenziale in crescita progressiva.

I trend tecnologici più in voga: ecco quali sono

Ma quali sono i trend tecnologici che stanno andando per la maggiore? Ad esempio la tecnologia relativa alle criptovalute (vedi valore qui) rappresenta senza dubbio un metodo originale e proiettato verso il futuro che nel corso dei mesi avrà sempre più incidenza nei confronti degli strumenti digitali dedicati alle imprese.

Ma un aiuto per capire meglio di cosa stiamo parlando in generale ce lo fornisce il report pubblicato da Gartner, che si intitola Top 10 Strategic Technology Trends for 2019 e spiega nel dettaglio quali sono le novità dal punto di vista tecnologico che stanno portando cambiamenti molto significativi nel settore delle imprese. Uno dei primi trend a cui si fa riferimento nel report è ovviamente l’Autonomous Things, ovvero gli oggetti autonomi, che stanno ormai prendendo sempre più piede tra le imprese (e non solo).

Si tratta di “oggetti” che agiscono autonomamente sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’obiettivo di automatizzare funzioni che prima venivano svolte dalla manodopera umana. Robot, quindi, ma anche droni e veicoli autonomi si stanno diffondendo a macchia d’olio, anche perché gli ultimi modelli sono caratterizzati da una capacità di interazione con le persone e con il contesto (ambientale e non) decisamente superiore rispetto al passato.

Proprio in riferimento all’intelligenza aumentata, il report riserva grande attenzione anche ad un altro trend, ovvero l’Augmented Analytics: in parole povere questo trend concentra i suoi sforzi sull’ottenimento di informazioni che andranno a migliorare i processi produttivi, generando un beneficio per le imprese in termini qualitativi e di bilancio.

Molto gettonato è anche un altro trend che riguarda invece il modo in cui una persona interagisce con il mondo digitale. Il riferimento è a piattaforme come realtà virtuale, realtà aumentata e realtà mista, che rientrano nel concetto di Immersive Experience. Inoltre, un’esigenza a cui le imprese devono porre la dovuta attenzione è senz’altro il bisogno sempre più crescente di privacy, specialmente sul piano digitale.

La “Digital Ethics and Privacy” è pertanto un “trend” tecnologico che può davvero aiutare l’impresa a fidelizzare al massimo il rapporto con la clientela, dimostrando totale trasparenza (anche a livello comunicativo) senza che questo comprometta la qualità del processo di produzione.

Trasparenza e sicurezza, due “trend” da non sottovalutare

Restando su questo tema, un trend di cui si parla spesso è il MyMarkets, ovvero la necessità di fornire delle risposte adeguate e pertinenti al cliente in tempo reale. Per raggiungere questo obiettivo è opportuno che l’impresa ripensi completamente il proprio modello organizzativo, troppo spesso legato a dinamiche del passato che ormai non trovano più riscontro.

Le imprese che riusciranno nel prossimo futuro a realizzare una piena integrazione della personalizzazione e della disponibilità “live” dei prodotti e dei servizi ad essi collegati trarranno di sicuro dei vantaggi molto importanti che potrebbero portarle a competere anche con il “gotha” del proprio settore.

Stesso discorso per la sicurezza, che è ormai diventato un fattore imprescindibile per un’impresa che aspira a crescere. Per questo bisogna stare molto attenti alla gestione delle collaborazioni, individuando i partner più affidabili: l’interconnessione tra sistemi può portare a volte a delle situazioni di vulnerabilità che compromettono l’immagine dell’impresa e ovviamente i guadagni.

Microcemento: una risposta a tutte le necessità?

Che il microcemento sia una soluzione innovativa e soprattutto alternativa a numerosi problemi edili dell’epoca moderna lo si è capito già da tantissimo tempo. Più o meno da quando è sorta la necessità di trovare un materiale resistente e in contempo funzionale. Un materiale in grado di resistere alla perfezione alle intemperie del tempo, dando alle persone il modo di utilizzarlo con molta facilità.

Un materiale che si differenziasse dalla resina per la sua non tossicità, oltre che per il prezzo notevolmente ridotto rispetto alla stessa. Tuttavia, per sopperire per davvero a tutte le mancanze che i vecchi materiali edili comportavano e affidarsi unicamente alla tecnologia innovativa occorre scegliere il microcemento di qualità.

Il microcemento come quello offerto dalla Tecsit System, un materiale appositamente testato, nonché di alta qualità. Data la sua semplicità (i componenti del microcemento sono soltanto acqua, cemento normale e alcune piccole sostanze aggiunte) è praticamente impossibile che il microcemento si rompi nel tempo e causi danni agli ambienti o alle persone. Tutt’altro: il microcemento è una sostanza completamente sicura per la salute umana e animale. Non contiene elementi tossici respirabili ed è una sostanza spatolabile con una grande facilità.

E’ possibile trovare questo tipo di sostanza praticamente ovunque oggigiorno, in quanto si tratta di un materiale edile già ampiamente diffuso in moltissimi Paesi industrializzati occidentali in quanto offre numerosi vantaggi e tantissime possibilità. In particolare esso previene l’infiltrazione dell’acqua tra le piastrelle dei pavimenti, può venire applicato anche sulle superfici verticali, è in grado di reagire elasticamente a urti o danni fisici e così via.

Una sua particolarità è quella di non deteriorirarsi con il corso del tempo: il microcemento resta lucido e splendente come il primo giorno per moltissimi anni a venire. Tutto ciò ha creato, nel corso del tempo, numerosi miti a proposito del microcemento. Non tutti di essi sono veri, ma molti lati positivi sono comunque stati testati e confermati dai test di laboratorio.

Per esempio, sembra proprio che il microcemento sia una di quelle sostanze in grado di resistere ai terremoti. Questo avviene perché il microcemento è formato al più da molecole che possono allungarsi nel caso del bisogno.

Anche per questo il microcemento è stato definito come una specie di cemento malleabile, una sostanza flessibile a seconda dei casi. Includendo al proprio interno degli elementi idrofobici, il microcemento è in grado di allontanare l’acqua dalle pareti e prevenire la formazione dei problemi come la muffa, le screpolature e così via. A differenza di come si potrebbe pensare, il microcemento non richiede la manutenzione. Dopo averlo spatolato e messo su di una superficie è possibile abbandonarlo a sé stesso, anche perché in ogni caso il microcemento non si schiarirà e avrà sempre la lucentezza del primo giorno di spatolamento.

Il microcemento può adattarsi bene a una vasta gamma di superfici, anche quelle che includo la ceramica o altri materiali particolari.