Come rimuovere l’ostacolo della carenza ossea attraverso trattamenti di rigenerazione

carenza ossea dentale

Cos’è l’implantologia dentale? – Negli ultimi anni l’odontoiatria estetica si è evoluta, ed uno dei più ragguardevoli traguardi che essa ha raggiunto prende il nome di implantologia dentale. Si tratta di un insieme di tecniche mediante le quali è possibile risolvere il problema dell’edentulismo, sia totale che parziale, in modo rapido ed indolore. Se fino a poco tempo fa le persone edentule per tornare ad avere denti fissi non avevano altra possibilità che ricorrere alla protesi mobili, meglio conosciute come dentiere, ora gli si propone una soluzione molto più vantaggiosa. Gli impianti, infatti, simulano perfettamente i denti naturali e non recano fastidi e disagi di alcun tipo.

In quali casi è indicata? – L’implantologia dentale è pensata per risolvere i problemi di chi soffre di edentulismo, sia totale che parziale. Ma oltre a chi ha perduto uno o più denti, può avvalersi di questa metodica anche chi ha denti scheggiati o evidentemente danneggiati. E’ poi importante sottolineare che coloro i quali hanno un osso volumetricamente insufficiente non sono costretti a rinunciare a questo tipo di intervento. Oggi è infatti possibile rimuovere l’ostacolo della carenza ossea attraverso trattamenti di rigenerazione.

Quali sono le tecniche con cui si interviene? – Sono due le tecniche principali a cui ricorre l’implantologia dentale. Si tratta della tecnologia a carico immediato e della tecnologia all on four. La differenza essenziale tra queste due metodiche è costituita dai tempi di realizzazione dell’intervento. La tecnica a carico immediato prevede che l’inserimento degli impianti avvenga tramite un’unica operazione chirurgica. In tal modo il paziente recupera il sorriso nell’arco di una sola seduta. La tecnica all on four, invece, consiste nel caricare gli impianti qualche mese dopo il loro inserimento. Ad ogni modo, anche questa procedura implantologica è veloce ed affidabile.

Ci sono controindicazioni? – Per gli interventi di applicazione degli impianti non sussistono particolari controindicazioni. In linea di massima si richiede che le condizioni generali di salute del paziente siano buone. Pertanto, si sconsiglia l’intervento a chi soffre di patologie del sistema immunitario o è in cura con radioterapia.

Quali sono i principali vantaggi? – L’implantologia dentale assicura innumerevoli vantaggi. Tra i principali si annoverano i seguenti:
– Minima invasività dell’intervento;
– Ripristino immediato della funzione masticatoria, senza alcuna limitazione nell’alimentazione;
– Velocità dell’operazione;
– Risparmio economico;
– Ritorno alle normali attività quotidiane senza disagio

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *