Caduta accidentale in strada: cosa fare per richiedere il risarcimento al comune

danni da caduta

Se sei capitato su questa pagina è perché ahimé sei stato vittima di una caduta accidentale per strada e ti ha purtroppo arrecato un danno, ed adesso ti starai chiedendo se è come puoi essere risarcito. Soprattutto ti starai chiedendo se è conveniente muoversi da solo o oppure affidarsi a professionisti.
Bene sei capitato nel posto giusto, abbiamo tutte le risposte alle tue domande niente paura.
Iniziamo con ordine, sei pronto? Bene partiamo.

  • Cosa fare per avere un risarcimento dal comune per una caduta.

Iniziamo col dire che ad oggi è presente una legge che favorisce chi ha subito un danno a causa di un tombino aperto, una buca sul marciapiede, per strada dissestata o semplicemente per mattonelle scivolose ecc.
Quindi se sei vittima di una caduta per insidie stradali ebbene muoversi, ma con prudenza è magari affidarsi a chi sa muoversi in queste acque, a veri e propri professionisti del settore, infatti può capitare che muovendosi da solo molto spesso le domande di risarcimento vengono rigettate e quindi non accolte.
Onde cadere in spiacevoli sorprese è meglio quindi affidarsi a professionisti,  sarai seguito passo per passo.
La legge del codice civile che afferma di poter far causa al comune dice che:
Ciascuno è responsabile del danno causato da cose che ha in custodia, salvo che provi il caso fortuito.
Quindi il comune che di solito è proprietario di quella strada è tenuto a risarcire i danni causati ai passanti.

  • Quindi come procedere?

Toccherà a chi ha ricevuto il danno dimostrare come è avvenuta la caduta, indicare la buca, una grata messa male, se su quella strada non erano presenti luci, un dislivello innaturale del manto stradale soprattutto dare prova del danno avuto e del risarcimento d’avere.
In ogni caso è una procedura non semplice, anche perché sicuramente il comune proverà a difendersi per evitare il risarcimento, quindi la cosa migliore è affidarsi a chi di questo ne fa un lavoro ed sono dei veri e propri professionisti del settore.
Fatto ciò ebbene avere testimoni che hanno visto in quel momento l’accaduto e che quindi possono testimoniare a vostro favore, avere un referto magari di un’autoambulanza che dimostri che a quell’ora ed in quel determinato posto è avvenuto questo spiacevole episodio, bisogna avere tutti i certificati medici, gli scontrini delle medicine assunte, tutti gli accertamenti fatti in seguito alla caduta, il referto della visita medico legale, una volta avuto tutto ciò a tua disposizione bisogna conservarlo per poi presentarlo in sedi opportune, soprattutto per ricevere il risarcimento.

  • Riassumendo

Per ricevere il risarcimento dal comune per la caduta accidentale bisogna:

  • Dimostrare come è avvenuta la caduta e soprattutto il luogo
  • Dichiarare la causa della caduta, se per una buca o altro
  • Dimostrare i danni ricevuti dalla caduta
  • Accertarsi che nel posto dove è avvenuta la caduta fossero presenti testimoni
  • Conservare tutti i documenti necessari per la richiesta di risarcimento( certificati medici, scontrini medicine,ecc.)

Fatto ciò bisogna fare una diffida al comune tramite raccomandata con tutti i dati utili compresa relazione medico legale, e somma di risarcimento. Molto probabilmente come spesso accade il comune non risponde è quindi bisogna percorrere strade più articolate, quindi molto difficili se non si conoscono determinati argomenti.
Può sembrare a primo acchito una procedura semplice, ma presenta molto spesso molte insidie, per questo il nostro consiglio e di affidarti a veri professionisti che seguiranno passo dopo passo con estrema attenzione la tua richiesta di risarcimento, infatti faremo già dall’inizio una perizia perfetta dell’accaduto.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *