Il regolamento UE penalizza la pesca delle vongole, non l’allevamento.

Tre millimetri.

Questa la differenza di dimensioni delle conchiglie che sta mettendo in ginocchio i pescatori di vongole dell’Alto Adriatico.

La direttiva UE del 2006, infatti, vieta la raccolta e la commercializzazione di vongole con un diametro inferiore ai 25 millimetri; e se qualche pescatore prova ad infrangere tale normativa rischia una multa fino a 4mila euro.

Meglio non provarci quindi!

Ma è giusto fare una precisazione.

Le vongole in questione sono le Venus, quelle che più comunemente chiamiamo anche lupini, ovvero un mollusco principalmente pescato, nel Mare Adriatico appunto.

Cosa significa questo? Molto semplice, le vongole veraci che adorate con gli spaghetti o nel sautè non sono a rischio! Questo, infatti, è un mollusco da allevamento, e in quanto tale, non ha alcuna restrizione in termini di dimensioni, ma solo meticolosi controlli sulla sua depurazione.

Ma soprattutto, è il prodotto tipico della Sacca di Goro.

Grazie alla loro alta concentrazione di sabbia e assenza di vegetazione, i fondali della Sacca di Goro risultano ideali per l’attività riproduttiva delle vongole veraci. Tali condizioni hanno favorito lo sviluppo della venericoltura e lo sfruttamento intensivo delle risorse del territorio, il quale, grazie alla sua produttività, ha portato all’aumento dell’importanza della specie e all’incremento della ricerca su di essa.

La realizzazione di impianti per la riproduzione artificiale delle vongole veraci, di stabulari per la depurazione dei molluschi e di un comparto di trasformazione industriale dei prodotti ittici, hanno poi portato a quello che viene definito il “modello Goro”.

Oggi, i valori di questo modello rivivono nell’innovazione tecnologica e nella qualità dei prodotti di Goro Pesca, azienda leader nel settore della distribuzione dei prodotti ittici grazie ai suoi trent’anni di esperienza.

Per cui, se volete essere sicuri di mangiare vongole veraci di primissima qualità e in assoluta sintonia con tutte le normative vigenti a livello europeo sulla depurazione e conservazione del prodotto, vi consigliamo di rivolgervi a Goro Pesca, azienda che non intende arrestare l’evoluzione del “modello Goro”, continuando ad investire in ricerca e tecnologia per i suoi reparti.

Fonte: http://www.goropesca.it/

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *