Antifurti senza fili: modelli e prezzi più comuni

antifurti senza fili per abitazioni

Un antifurto è un sistema elettronico anti intrusione che protegge gli edifici da malviventi e ladri.

È possibile trovare in commercio svariati tipi e modelli di allarmi che possiedono diverse funzionalità, ma sostanzialmente possono essere distinti in due tipologie: gli antifurti filari o cablati e quelli non collegati con fili, ma tramite la comunicazione wireless.

 

Gli antifurti senza fili

 

Naturalmente ogni soluzione presenta i suoi vantaggi, ma sia che si tratti di antifurti via cavo, sia che si tratti di antifurti wireless, la sicurezza contro le intrusioni è garantita, nonostante ci sia stato qualcuno che in passato abbia sollevato dubbi sui sistemi via etere, poiché ritenuti sensibili alle intercettazioni da parte di malintenzionati.

In realtà oggi i sistemi di allarme wireless sono più che sicuri e controllati e soprattutto offrono la comodità, specialmente quando si tratta di antifurti casa, di collegarsi ed installarsi in maniera rapida e sicura senza la necessità di opere murarie.

È fondamentale scegliere con attenzione il giusto antifurto e affidarsi alla tecnologia più avanzata, comparandone prezzo e qualità, al fine di garantire l’adeguata sicurezza in casa o sul luogo di lavoro.

 

I modelli di antifurti senza fili

 

I modelli di allarme esistenti in commercio vanno da quelli più complessi a quelli più semplici, come ad esempio gli antifurti casa in kit fai da te, semplicissimi da installare e con buone caratteristiche, seppur non professionali.

Tutti i sistemi comunque prevedono la centralina, nonché il “cervello pensante” a cui si collegano tutti gli altri dispositivi con sistemi antijamming, cioè alimentati da batterie ricaricabili nel caso di antifurti wireless.

Questa centrale di allarme ha in genere un display attraverso il quale è possibile controllare le varie componenti e da cui appunto si attiva e si disattiva l’allarme.

Quel che invece personalizza l’antifurto e ne definisce la tipologia e il modello, sono senza dubbio le componenti periferiche del sistema, i cosiddetti sensori che possono essere interni, perimetrali esterni, magnetici per porte e finestre, di fumo e gas, a infrarossi e di movimento.

Più elementi vengono aggiunti, più il sistema di allarme sarà complesso e garantirà maggiore copertura.

È possibile inoltre collegare delle telecamere che sono in grado di inviare delle immagini o dei filmati direttamente su smartphone all’utente che si trova lontano dalla propria abitazione.

E se per qualsiasi motivo dovesse andar via la corrente elettrica? Niente paura, esistono dei modelli con doppia alimentazione e relativa batteria di emergenza.

 

I prezzi degli antifurti senza fili

 

Per stimare la spesa a cui si va incontro quando si intende acquistare un antifurto senza fili, bisogna considerare un semplice parametro: più complesso sarà il sistema di allarme che verrà scelto, più caro sarà il prezzo.

Naturalmente, prima di fare qualsiasi scelta, bisognerà considerare il tipo di esigenze e il tipo di abitazione.

Altra condizione che può influire sulla spesa è la tipologia di installazione che verrà effettuata, se sarà cioè fatta da tecnici professionisti o se sarà eseguita con il metodo del “fai da te”.

Ad esempio, un impianto di antifurto per una casa di circa mq. 100, installato da professionisti, potrà costare dai 1000 ai 2500 euro; invece acquistare su internet un kit “fai da te” con sensori, centralina con combinatore telefonica e telecomando, può costare anche solo 100 euro.

Ed è proprio online che in genere si possono trovare delle ottime offerte con un buon rapporto qualità/prezzo, in una fascia media che va dai 100 ai 600 euro, in base a quanti sensori senza fili ci sono e quanti altri componenti verranno aggiunti.

 

Le informazioni presenti in questo articolo sono state prese dal sito www.allarmisenzafili.it

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *