Agrimonia anti mal di gola

agrimoniaL’agrimonia (Agrimonia eupotoria) è indicata nel trattamento di faringiti e infiammazioni della gola in genere. I decotti (1 cucchiaio di agrirnonia in acqua in ebollizione per 2 minuti) freddi sono adatti per fare dei gargarismi efficaci nel ridurre le infiammazioni della bocca e della gola. Tuttavia, per chi ha poco tempo. si consiglia l’uso della tintura madre (2S gocce 3 volte al dl. anche per gargarismi nella misura di 40 gocce in 2 dita di acqua), oppure l’assunzione dell’estratto secco in capsule o compresse, 2 al giorno. Per aumentare efficacia dell’estratto di agrimonio fai così: diluisci in due dito di acqua ben caldo 30 gocce di tintura di propoli e 25 gocce di tintura madre di agrimonia. Mescola con uno stecchino di legno e bevi subito. Ripeti il trattamento per 3-4 volte al dì e proseguilo per 3-4 giorni consecutivi: contribuirò o far passare il mal di gola, lo tosse e anche lo bronchite se presente. È adatto anche per contrastare influenzo e raffreddore.

Questa pianta era utilizzata anche per applicazioni topiche, oltre che come decongestionante, risolvente e sedativo in processi flogistici della congiuntiva quali orofangite e altre patologie, come svariate dermopatie nelle quali si manifestava, tra le altre cose, anche un’azione antipruriginosa.

La presenza in questa pianta di triterpeni e tannini ne giustifica l’utilizzo come antiinfiammatorio, cicatrizzante e antisettico-analgesico e come cura nelle gastroenterite e nelle infiammazioni intestinali. In virtù proprio delle proprietà sedative, il suo utilizzo può essere esteso non solo nel trattamento delle stomatiti ma anche nelle forme nevralgiche quali fibrositi, artriti e periartriti.
L’Agrimonia inoltre mostra un’azione sedativa anche nei casi di gastrite o ulcera gastroduodenale. La pianta oltre ciò mostrerebbe dunque un’interessante attività antiallergica per cui il suo uso sarebbe auspicabile anche nelle patologie che vedono alla loro base una condizione allergica o disreattiva come colecistopatie, le emicranie e anche alcune forme di insonnia.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *