Prurito vaginale, come curarlo

Il prurito vaginale è un problema che riguarda le donne di tutte le età. Può creare imbarazzo e fastidio e non va sottovalutato, poiché potrebbe essere un sintomo secondario di un’infiammazione o di un’infezione, che può essere facilmente curata con una crema vagisil.

In questi casi è opportuno rivolgersi al medico per un controllo, anche perché le cause possono essere davvero moltissime.

Cause del prurito vaginale

Le cause del prurito vaginale sono numerose e possono dipendere da abitudini poco corrette o da infezioni dovute a rapporti sessuali non protetti, da sbalzi ormonali (gravidanza e menopausa), dallo stress.

Circa l’igiene intima, detergenti troppo aggressivi possono indebolire la flora vaginale e favorire la proliferazione di funghi e batteri.
Anche un’igiene intima eccessivamente frequente o troppo vigorosa danneggia le difese vaginali.

La biancheria intima di materiale sintetico può causare attriti e di conseguenza prurito vaginale. Perciò sarebbe opportuno indossare sempre slip di cotone, possibilmente bianchi, ed in materiale traspirante.

Anche i detersivi con cui viene lavata la biancheria intima sono spesso responsabili di irritazioni cutanee o reazioni allergiche.

Le infezioni fungine (come la candida), le infezioni batteriche e le allergie richiedono la visita di uno specialista e la prescrizione di farmaci specifici.

Se le cause del prurito vaginale riconducono ad un’infezione, è improbabile che l’infezione possa sparire autonomamente. È invece frequente che, se non trattata con attenzione, si possa ripresentare sino a diventare cronica nei casi più gravi.

Farmaci consigliati per il prurito vaginale

Prima di assumere qualsiasi farmaco è necessario rivolgersi al medico e conoscere le cause del prurito.

Www.efarma.it è una farmacia virtuale attiva 24 ore su 24, con informazioni utili, consigli e rimedi per ogni problema di salute. Con oltre 40.000 prodotti, www.efarma.it garantisce la spedizione di farmaci e cosmetici in tempi rapidissimi.

Se il prurito non è causato da infezioni, generalmente si consiglia una crema vagisil, come l’idrocortisone, per lenire il fastidio ed anche per calmare l’irrefrenabile istinto di grattarsi, che peggiora la situazione irritando ancora di più la parte già infiammata. È il caso di reazioni allergiche dovute agli indumenti, ad allergie al lattice dei preservativi, a detersivi.

Gli antistaminici, assunti per via orale, alleviano il fastidio del prurito ed eliminano la causa del problema. Ovviamente è necessario evitare anche il contatto con le sostanze che hanno causato (e continuerebbero a causare) la reazione allergica.

Se si tratta di candida o di altre infezioni fungine, gli antimicotici riducono il prurito e sono disponibili sia come farmaci ad applicazione topica che come farmaci per assunzione orale.

Infine si può ricorrere a farmaci con emollienti ed anestetici per lenire il fastidio, generalmente creme ed unguenti da applicare direttamente sulle zone da trattare, con massaggi delicati per favorire il totale assorbimento.
I principi attivi ed il dosaggio devono sempre essere stabiliti dal medico.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *