Antifurti senza fili: modelli e prezzi più comuni

Un antifurto è un sistema elettronico anti intrusione che protegge gli edifici da malviventi e ladri.

È possibile trovare in commercio svariati tipi e modelli di allarmi che possiedono diverse funzionalità, ma sostanzialmente possono essere distinti in due tipologie: gli antifurti filari o cablati e quelli non collegati con fili, ma tramite la comunicazione wireless.

 

Gli antifurti senza fili

 

Naturalmente ogni soluzione presenta i suoi vantaggi, ma sia che si tratti di antifurti via cavo, sia che si tratti di antifurti wireless, la sicurezza contro le intrusioni è garantita, nonostante ci sia stato qualcuno che in passato abbia sollevato dubbi sui sistemi via etere, poiché ritenuti sensibili alle intercettazioni da parte di malintenzionati.

In realtà oggi i sistemi di allarme wireless sono più che sicuri e controllati e soprattutto offrono la comodità, specialmente quando si tratta di antifurti casa, di collegarsi ed installarsi in maniera rapida e sicura senza la necessità di opere murarie.

È fondamentale scegliere con attenzione il giusto antifurto e affidarsi alla tecnologia più avanzata, comparandone prezzo e qualità, al fine di garantire l’adeguata sicurezza in casa o sul luogo di lavoro.

 

I modelli di antifurti senza fili

 

I modelli di allarme esistenti in commercio vanno da quelli più complessi a quelli più semplici, come ad esempio gli antifurti casa in kit fai da te, semplicissimi da installare e con buone caratteristiche, seppur non professionali.

Tutti i sistemi comunque prevedono la centralina, nonché il “cervello pensante” a cui si collegano tutti gli altri dispositivi con sistemi antijamming, cioè alimentati da batterie ricaricabili nel caso di antifurti wireless.

Questa centrale di allarme ha in genere un display attraverso il quale è possibile controllare le varie componenti e da cui appunto si attiva e si disattiva l’allarme.

Quel che invece personalizza l’antifurto e ne definisce la tipologia e il modello, sono senza dubbio le componenti periferiche del sistema, i cosiddetti sensori che possono essere interni, perimetrali esterni, magnetici per porte e finestre, di fumo e gas, a infrarossi e di movimento.

Più elementi vengono aggiunti, più il sistema di allarme sarà complesso e garantirà maggiore copertura.

È possibile inoltre collegare delle telecamere che sono in grado di inviare delle immagini o dei filmati direttamente su smartphone all’utente che si trova lontano dalla propria abitazione.

E se per qualsiasi motivo dovesse andar via la corrente elettrica? Niente paura, esistono dei modelli con doppia alimentazione e relativa batteria di emergenza.

 

I prezzi degli antifurti senza fili

 

Per stimare la spesa a cui si va incontro quando si intende acquistare un antifurto senza fili, bisogna considerare un semplice parametro: più complesso sarà il sistema di allarme che verrà scelto, più caro sarà il prezzo.

Naturalmente, prima di fare qualsiasi scelta, bisognerà considerare il tipo di esigenze e il tipo di abitazione.

Altra condizione che può influire sulla spesa è la tipologia di installazione che verrà effettuata, se sarà cioè fatta da tecnici professionisti o se sarà eseguita con il metodo del “fai da te”.

Ad esempio, un impianto di antifurto per una casa di circa mq. 100, installato da professionisti, potrà costare dai 1000 ai 2500 euro; invece acquistare su internet un kit “fai da te” con sensori, centralina con combinatore telefonica e telecomando, può costare anche solo 100 euro.

Ed è proprio online che in genere si possono trovare delle ottime offerte con un buon rapporto qualità/prezzo, in una fascia media che va dai 100 ai 600 euro, in base a quanti sensori senza fili ci sono e quanti altri componenti verranno aggiunti.

 

Le informazioni presenti in questo articolo sono state prese dal sito www.allarmisenzafili.it

Liposuzione addominale: quando e come farla

In questa società sempre più lontana dall’ideale di bellezza di Botero, dove il grasso era qualcosa da esibire, oggi molte persone ricorrono a tecniche chirugiche per rimodellare il proprio corpo.

Una delle tecniche più richieste sia da uomini che da donne è la liposuzione addominale.

 

Cos’è la Liposuzione Addominale?

 

La liposuzione addominale è una tecnica chirurgica che permette di modellare o scolpire l’addome eliminando il grasso che tende, nel corso del tempo, a depositarsi in questa zona.

Questa tecnica consiste nella rimozione del tessuto adiposo con microcannule e un’aspiratore chirurgico, con questa tecnica si può intervenire su diverse parti del corpo.

 

Quando è consigliata?

 

Questa tecnica è consigliata in persone che hanno una buona forma fisica e nonostante pratichino sport e seguano una corretta alimentazione non riescono ad eliminare l’adipe che si deposita in questa zona.

Le motivazioni possono essere molte, predisposizione genetica, una gravidanza, età avanzata, un forte dimagrimento o interventi chirugici precedenti.

Ecco che in questi casi la liposuzione addominale potrebbe rivelarsi risolutiva.

L’intervento è invece sconsigliato nei seguenti casi:

  1.  il candidato è minorenne, o non ha la maturità psicologica per valutare rischi e complicazioni.
  2. i pazienti non ha buone condizioni di salute
  3. l’elasticità della pelle non consente il riassestamento post operatorio
  4. Il paziente non ha aspettative ragionevoli
  5. il candidato è in sovrappeso e richiede la liposuzione come alternativa ad una dieta.

Tutti questi elementi saranno naturalmente valutati dal chirurgo durante il colloquio conoscitivo.

 

Come avviene l’intervento

 

Prima di procedere occorre presentare gli esami clinici che vengono richiesti dal chirurgo durante la prima visita.

Il chirugo delineerà sul corpo del paziente le zone su cui intervenire, spesso quest’intervento viene eseguito anche su zone adiacenti come i fianchi.

In seguito il chirurgo praticherà alcune incisioni di pochi millimetri nella zona intorno all’ombelico.

Queste incisioni permetteranno alle cannule di essere introdotte e cominciare l’aspirazione del tessuto adiposo.

Con una mano il chirurgo agirà sulla cannula e con l’altra controllerà la profondità d’azione.

 

I tipi di Anestesia

 

L’anestesia per questi interventi può essere locale o epidurale, il paziente può richiedere anche l’anestesia totale ma risulta essere eccessivamente invasiva.

A volte i pazienti richiedono l’anestesia generale per non vedere nulla dell’intervento, ma questo obbiettivo si raggiunge con una sedazione profonda del paziente.

L’intervento può durare, in base all’estensione della zona da trattare, dalle 2 alle 3 ore.

 

Periodo post Operatorio

 

Dato che subito dopo l’intervento la zona viene protetta con una fasciatura, è necessario che il paziente osservi un certo perido di riposo per aiutare il riassestamento dei tessuti.

Parliamo di un periodo di circa 2 settimane, durante le quali, il paziente dovra evitare le attività più intense come quelle sportive.

Nelle 48 successive all’intervento potranno apparire ecchimosi e gonfiore nella zona trattata, questo rientra nella normalità e non dovrebbe allarmare il paziente.

Durante il suddetto periodo il paziente dovrà assumere antibiotici e antinfiammatori che verranno prescritti dal chirurgo e viene caldamente consigliato di evitare l’esposizione solare fino a che l’ecchimosi non si sarà completamente riassorbita.

Stampa volantini Roma: a chi affidarsi?

Il volantinaggio rappresenta oggi una tecnica di marketing in grado di fornire molteplici vantaggi da un punto di vista pubblicitario ed economico, a causa dei costi contenuti rispetto ad altri mezzi di veicolazione di informazioni.

Distribuire volantini consente di raggiungere risultati importanti soprattutto in grandi città come Roma dove, a causa del flusso costante di turisti, è più facile diffondere notizie e promuovere aziende o eventi.

A tale fine occorre però rivolgersi ad agenzie che operano con impegno e professionalità.

 

Agenzie che offrono un servizio all inclusive

 

Se si necessita di un servizio di stampa di volantini nella Capitale, bisogna valutare diversi fattori.

Innanzitutto la stampa dei volantini è connesso alla distribuzione degli stessi; per tale motivo può rivelarsi estremamente vantaggioso il fatto che l’azienda a cui ci si rivolge offra entrambi i servizi.

Si consiglia pertanto di rivolgersi ad un’agenzia che sia in grado di occuparsi sia della stampa che della distribuzione.

Esistono numerose imprese che si occupano soltanto del servizio di volantinaggio tuttavia non risulta essere vantaggioso per il cliente rivolgersi a quest’ultime.

Il dato fondamentale è affidarsi ad un’azienda seria che fornisca un servizio completo: si tratta di un grande beneficio da un punto di vista della praticità poiché in questo modo ci si interfaccia con un’unica ditta.

Tale soluzione offre anche vantaggio a livello economico in quanto consente di ottenere un notevole risparmio: è infatti molto più conveniente acquistare un unico servizio piuttosto che rivolgersi a ditte differenzi per acquistare due servizi.

 

Qualità e grafica

 

Nella scelta dell’azienda a cui affidarsi per la stampa dei volantini, bisogna poi tener conto della qualità del servizio offerto.

Molto importante è infatti la progettazione grafica; i volantini necessitano di essere curati nell’aspetto e nei contenuti, le informazioni riportate devono essere chiare, semplici e di grande impatto.

In genere le aziende che operano nel settore propongono al cliente varie alternative.

Sarà il committente a scegliere quella che reputa più efficace, comunicandolo all’azienda che procederà così alla stampa.

 

Imprese a cui rivolgersi nella Capitale per la stampa dei volantini

 

Nella Capitale numerose sono le aziende che offrono tale servizio, garantendo ottimi risultati.

Tra queste occorre menzionare volantinaggioaroma.it, impresa che ha acquistato una grande esperienza nel settore e che si occupa non solo della stampa dei volantini ma anche della progettazione e della distribuzione degli stessi.

Ciò che contraddistingue l’azienda è la serietà e la trasparenza: il cliente è informato di ogni caratteristica dei volantini, a partire dal materiale utilizzato, ed è coinvolto attivamente in ogni fase di produzione e distribuzione.

Merita di essere ricordata anche l’agenzia volantiniroma.com in grado di offrire un servizio di volantinaggio su tutto il territorio della città e di garantire un grande ritorno sotto il profilo della visibilità.

In un territorio vasto come quello di Roma vi sono comunque molteplici aziende e tipografie che si occupano della stampa dei volantini.

Si consiglia pertanto di confrontare le condizioni offerte da ciascuna ed optare per la migliore.

Dati importanti da considerare riguardano il prezzo, la qualità delle stampe, i tempi di produzione e l’attenzione riservata alle richieste del cliente.

MadBid e tanti buoni motivi per starci alla larga

Il sito di cui parliamo oggi si sta affermando molto anche nel nostro paese, grazie ad una cospicua somma spesa da chi lo amministra per pubblicizzarlo un pò ovunque, addirittura giornali nazionali come Repubblica o LaStampa.

Questo sito offre le aste al ribasso quindi la possibilità di vincere all’asta numerosi oggetti dandovi l’illusione di ottenerli spendendo pochissimi euro.

 

Come Funziona?

 

Il funzionamento è molto semplice ogni acquirente che si registra sulla piattaforma parte da una base d’asta di 0 euro, per poi rilanciare le sue puntate centesimo per centesimo, quindi se si effettuano 20 rilanci il prezzo dell’oggetto sarà di 20 centesimi, i rilanci poi si potranno effettuare solo comprando i crediti necessari.

Tutte le volte che viene fatto un rilancio parte un conto alla rovescia che varia tra i 7 secondi e i 2 minuti, se in questo tempo nessuno rilancia vi siete aggiudicati l’oggetto al prezzo attuale.

 

Perché MadBid.com è una slot machine?

 

Adesso finalmente passiamo alla parte dolente quella che ogni persona che decide di dargli la fiducia dovrebbe sapere prima di perdere inutilmente soldi.

Come dicevamo prima è tutto basato sui rilanci che fanno per persone, ovviamente insieme a voi ci sono migliaia di persone iscritte che rilanciano all’infinito rabbiosi e frustrati di non vincere mai.

I rilanci possono essere effettuati addirittura automaticamente mediante robot che offre lo stesso sito, impostato in modo tale che ogni 10 secondi prima della fine di un asta ci sia un rilancio di 1 centesimo automaticamente.

Come viene fuori da queste prime righe quindi è come se giocassimo alla slot machine con un rischio di perdita notevolmente alto e dopo poco ci si ritrova ad aver perso una marea di soldi.

 

Madbid.com quanto costa?

 

Finalmente siamo giunti all’esplorazione dei prezzi di questo portale che offre gioco d’azzardo mascherato.

In precedenza vi ho scritto che servono crediti per fare i rilanci, ogni credito vi costa sui 12 centesimi , il portale offre vari pacchetti acquistabili partendo da quello base di 9.99€ per 80 crediti fino ad arrivare a quello super dispendioso da 3750 crediti spendendo 374,99€.

 

Quanti rilanci si fanno mediamente?

 

Avendo acquistato il pacchetto che ci sembra più consono iniziamo a fare i nostri rilanci e proprio così inizia la fregatura vera e propria di MadBid.com, per rilanciare servono mediamente almeno 10 crediti e come noi altre migliaia di persone ci provano sia offline tramite i robot sia online sempre attaccati ad un oggetto.

 

Cosa afferma il contratto che stipulate con MadBid.com?

 

Senza copiare ed incollare direttamente dal sito vi estrapolo le voci migliori su cui bisogna ragionare prima di avventurarsi e regalargli soldi.

La prima voce che mi salta all’occhio dice che se MadBid.com decide di rimuovere un oggetto con l’asta in corso può farlo senza problemi, quindi immaginate voi state per vincere una macchina e questo sito truffa ve la rimuove senza darvi alcun rimborso.

La seconda voce allarmante e preoccupante del contratto è una revoca senza preavviso della vincita che avete appena ottenuto sul sito.

 

Conclusioni

 

Questo articolo credo vi abbia fatto capire che non solo questo sito è una truffa ma riesce tramite inganni continui a farvi sognare di ottenere oggetti rubandovi continuamente soldi, tenete conto che dal 2012 MadBid.com è stato per un periodo oscurato in Italia, è stato multato dall’Agcom, e recentemente sono usciti metodi per le persone per essere rimborsate.

Il mio consiglio è di stare alla larga dal suddetto sito e di informarvi sempre tramite le regole di contratto a cosa andate in contro, ma soprattutto di utilizzare sempre siti di aste affidabili.

Idee costumi Carnevale originali adulti

Il carnevale è alle porte, la festa ricca di colori, di sorrisi spensierati dei bambini e tanti travestimenti.

Il carnevale è una festa, però, dedicata non solo ai bambini ma anche agli adulti, che vogliono divertirsi e mascherarsi.

Una serata magica, in cui si può essere qualcun altro senza dare spiegazioni.

Che sia un carnevale in piazza, o una festa privata, la parola d’ordine è divertirsi, ma soprattutto bisognerà essere originali, per non confondersi tra la folla.

Per essere originalI, e distinguersi dagli altri, sarebbe opportuno creare il proprio abito di carnevale con le proprie mani.

Libero sfogo alla fantasia, e solo così potrà essere un carnevale indimenticabile.

 

Costumi di Carnevale fai da te

 

Per stupire gli amici, per divertirsi è possibile poter ricorrere alla propria fantasia, e dare alla luce il proprio abito di carnevale ricercato e non monotono.

Le donne che amano essere sexy, potranno riprodurre gli abiti delle donne che hanno fatto parte del grande schermo; come Audrey Hepburn, che in “colazione da Tiffany” indossava un semplice abito nero lungo, con una collana di perle, uno chignon e una sigaretta tra le mani con guanti.

Marilyn Monroe che in “Quando la moglie è in vacanza” indossava un abito bianco legato alla gola, e svasato alle ginocchia,oppure riprodurre l’abbigliamento delle donne anni 20, con frange e piume.

Per i fidanzati è possibile riprodurre gli abiti di coppie famose, che siano supereroi o coppie del gossip odierno, o addirittura le coppie conosciute sui banchi di scuola.

Da Romeo e Giulietta, Batman e Catwoman, o addirittura Chiara Ferragni e Fedez.

Inoltre, è possibile riprodurre anche tanti oggetti.

Oggetti che fanno parte della vita quotidiana, che sia un telefono cellulare, una scatola di biscotti o una fetta di pizza gigante.

Basterà armarsi di tanta pazienza , forbici e tanti buoni propositi.

Solo così, Arlecchino e Pulcinella resteranno un vecchio ricordo.

Da non dimenticare la possibilità di vestirsi da clown, l’importante è pasticciarsi il viso, e scegliere degli abiti dai colori sgargianti, e far sorridere tutti con burle e risate contagiose.

costumi di carnevale disney per adultiSiete un gruppo di amici e andate tutti alla stessa festa? bastano completini da calcetto o da basket e potrete essere pronti per scendere in campo tutti insieme, riproducendo la propria squadra del cuore; o travestirvi da una ciurma di pirati, oppure optare per delle mimetiche e diventare i soldati di turno alla festa da urlo.

Per coloro che invece non sanno dove mettere mano, potranno recarsi in un negozio fisico oppure online, per scegliere il loro abito da noleggiare.

L’importante è distinguersi e pensare di non scegliere come gli altri.

In ogni festa c’è il principe azzurro di turno, la dottoressa sexy, ma sarà difficile trovare il venditore ambulante, l’arrotino o la casalinga disperata.

E non dimenticate il bello e dannato Christian Grey, il protagonista indiscusso del film “50 sfumature” che ha fatto impazzire tutti: basta un abito elegante e uno sguardo dai mille segreti, con accanto la sua Anastasia Steel.

Non dimenticatevi però di portarvi dietro uno dei loro giochi hot, che insieme praticavano nella loro stanza rossa. Tante idee originali.

Buon divertimento a tutti.

Come scegliere la vetrinetta in arte povera

Una scelta di stile e di ordine impeccabile, questo è il concetto della vetrina in arte povera.

 

Una Tradizione che abbraccia la modernità

 

La vetrina in arte povera rappresenta un must della Tradizione, grazie al suo stile inconfondibile che rimane immutabile nel tempo, ma che riesce a trovare il giusto spazio anche negli ambienti più moderni.

Il suo aspetto senza tempo riesce ad abbracciare qualsiasi stile e a rendersi silenziosa e allo stesso tempo rilevante, in qualsiasi ambiente, riuscendo a dare un senso di calore e pace, grazie alla sua struttura in legno, che richiama un senso della natura e un caldo abbraccio, ma anche un aspetto decoroso e per nulla invadente.

Solitamente la sua posizione ideale è il soggiorno o la sala da pranzo, ma in molti oramai trovano il giusto spazio alla vetrina in arte povera anche negli studi e nelle camere da letto, dove poter riporre ricordi, collezioni e oggetti importanti della propria vita.

 

Un legno di qualità fa la differenza

 

Ciò che contraddistingue la vetrina in arte povera è il suo materiale: il legno. La scelta di legni pregiati e resistenti è un’assicurazione a vita sulla vetrina stessa.

Legni di qualità pregiata (ciliegio, noce, quercia, ecc.), non solo favoriranno la durata nel tempo della vetrina stessa, ma anche una facilità di pulizia, di spostamento e una resistenza contro fattori esterni quali: umidità, calore, polvere e urti.

Per la cura della vetrina in arte povera poi, sarà sempre necessario utilizzare detergenti adatti per il legno, così da preservarne le qualità, senza incorrere a difetti e danni.

 

Legno naturale e non solo

 

La scelta della tinta o del colore viene intrapresa sempre in base ai propri gusti e all’abbinamento.

vetrinetta arte povera prezziUna vetrina in arte povera al naturale è spesso quella più apprezzata, dato dal fatto di poter apprezzare il legno in tutta la sua naturale bellezza, con le sue nodosità e il suo colore che pare ancora vivo e che riesce a scaldare alla sola vista.

Ma vi è sempre la possibilità di prediligere legni con tinte dalle varie sfumature: tinte pastello o chiare rappresentano scelte ideali per dare alla vetrina in arte povera un aspetto più provenzale e dallo stile shabby chic, colori più audaci e caldi invece daranno vita a toni più accattivanti e rock, ideali in ambienti più urban e vogliono osare.

E’ da sottolineare poi, che non è raro riprendere una vetrina in arte povera vissuta, la quale viene laccata e protetta, per risaltare proprio la sua caratteristica principale: il tempo.

 

Una porta al passato e al presente

 

Che sia lo spazio indicato per posare il servizio buono di piatti o i ricordi di un proprio caro, o che possa rappresentare lo spazio adatto alla vita della famiglia, la vetrina in arte povera rappresenterà il luogo ideale per dare spazio a ci che si ritiene importante.

La sua concezione vuole mostrare e far conoscere ciò che contiene, i vetri sono porte ai ricordi e a ci che si ritiene importante, riuscendo a dare ancora più colore e personalità all’arredamento, che potrà arricchirsi di immagini, forme e colori grazie al contenuto posto all’interno della vetrina in arte povera.

 

Fonte: www.pignataroshop.com

Costumi Carnevale neonati: come scegliere quelli adatti

Il Carnevale è uno dei momenti più divertenti e più attesi dai bambini.

La possibilità di mascherarsi dal proprio eroe preferito o dal personaggio di fiaba più amato costituisce una fonte di entusiasmo ed euforia unica ed insostituibile.

Ma anche i neonati (dai due mesi a circa due anni) hanno diritto al costume di Carnevale.

I genitori dei più piccoli, difatti, non resistono alla tentazione di mascherare i propri bambini; perciò via libera alla fantasia ma con qualche piccolo necessario accorgimento.

 

A cosa fare attenzione?

 

La pelle dei neonati è molto delicata per cui rischia di arrossarsi con tessuti non idonei, come ad esempio quelli sintetici.

Così, una delle prime attenzioni che bisogna avere nel momento dell’acquisto del costume di Carnevale sarà il tipo di tessuto.

Sarà più consono, difatti, optare per tessuti naturali quali il cotone e la lana che oltre ad essere più delicati permettono una corretta traspirazione.

Per la stessa ragione si consiglia di non truccare il neonato in quanto la pelle potrebbe irritarsi. Inoltre, il rischio che il trucco sul viso si trasformi in unica macchia di colore è alto, perciò sarà meglio evitare.

Un’altro importante accorgimento che bisogna avere per tutelare la salute del proprio bimbo è quella di controllare la provenienza del costume e dei materiali che lo compongono.

 

Consigli sul costume da neonato

 

La praticità è sicuramente uno dei parametri che deve guidare la vostra scelta.

Difatti, qualora si tratta di bimbi molto piccoli risulterà comodo per poterli cambiare in maniera pratica e veloce acquistare delle tutine o dei pagliaccetti che si chiudono con dei bottoni dietro la schiena.

Per evitare che il bimbo soffra e non sia libero di muoversi, si consiglia di evitare costumi stretti, con zampe e altri accessori, e di prediligere, invece, costumi ampi, morbidi e comodi.

In ultimo, poiché Carnevale cade in uno dei mesi invernali più freddi, risulta saggio oltre che premuroso acquistare dei costumi per bambini caldi dotati magari anche di un cappuccio da poter utilizzare per proteggere la testa del bimbo da eventuali colpi di vento.

 

Costumi per bambini fai da te

 

Sebbene sul mercato sia presente un’ampia gamma di costumi per neonati, qualora si abbia del tempo ma soprattutto si abbiano le capacità, si potrà optare per il fai da te.

Non bisogna sottovalutare che non basta fantasia e tempo per realizzare dei costumi per neonati che siano confortevoli ma soprattutto sicuri per i più piccoli.

vestiti di carnevale per bambiniQualora non ci si senta completamente in grado, sarà opportuno rinunciare ed acquistare il costume direttamente in negozio. La salute e la comodità del piccolo hanno, in tutti i casi, la priorità.

Il mondo degli animali è sicuramente una grande e graziosa fonte di ispirazione per realizzare il costume di Carnevale al proprio piccolo.

Si potranno comporre delle deliziose tutine dotate magari di code e orecchie.

Alle tutine si potranno cucire dei cappucci o aggiungere dei cappelli a forma di orecchie di gatto o cane.

Grandi e lunghe orecchie oltre ad essere esteticamente belle risultano anche funzionali in quanto, se realizzate con materiale caldo, proteggono la testa del piccolo dal freddo.

Gattini, coniglietti, piccole fatine e folletti, coccinelle e cagnolini costituiscono, così, solo qualche esempio a disposizione dei genitori.

Grammatica inglese: ripasso facile

Inglese: una lingua indispensabile in molte attività

 

La diffusione del turismo su scala mondiale, così come i rapporti commerciali di marketing aziendali, la possibilità di recarsi presso facoltà universitarie all’estero per corsi di studio e diverse altre casistiche, hanno incrementato la richiesta di conoscenza della lingua inglese con maggior determinazione rispetto alla conoscenza scolastica.

L’apprendimento, a tutti i livelli, della lingua inglese all’interno dei corsi scolastici pubblici italiani, è sostanzialmente limitato se non specificamente insegnato negli istituti linguistici, un limite della scolarizzazione italiana, cui si può facilmente supplire attraverso corsi di lingua specifici con vari livelli di studio determinati dalla conoscenza specifica.

Questi corsi possono davvero incrementare rapporti commerciali, agevolare le conversazioni durante un viaggio (in quasi tutti i paesi del mondo l’inglese è diffuso come lingua di contatto mondiale tra persone): insomma migliorare l’inglese significa quasi sempre perfezionare le relazioni in tanti ambiti.

Alla base di tutto la grammatica

 

esercizi di inglese grammaticaCome in tutte le lingue parlate, le regole grammaticali sono la base ideale per stabilire dialoghi, o scritti, correttamente. Se in una relazione turistica qualche errore nel parlare può definirsi con un sorriso, comunque senza nessuna alterazione dei rapporti tra viaggiatori e residenti nei paesi del viaggio, per ciò che riguarda le relazioni commerciali o scolastiche in progetti internazionali, una buona conoscenza della grammatica distingue sempre un dirigente aziendale o uno studente da chi invece denota evidenti limiti didattici.

Soprattutto nelle settimane precedenti un test d’ammissione, ciò può essere fonte di successo nella richiesta di un lavoro nel quale è richiesta al conoscenza della lingua (anche a livelli professionali comuni come il cameriere o il maitre d’hotel sia in località turistiche italiane che internazionali, giusto per fare un esempio), sinceratevi sempre di fare un almeno le ripasso delle nozioni base di grammatica inglese, così da non avere nessun dubbio sulle vostre capacità.

Quali sono le principali regole grammaticali da conoscere perfettamente?

 

Ai livelli bassi e medi della comunicazione verbale e scritta in lingua inglese, i verbi più diffusi sono indispensabili per evidenziare una buona preparazione.

Nello specifico, una conoscenza basilare della lingua prevede la perfetta cognizione dell’uso del ‘present/past simple’, del ‘present/past progressive’ e del ‘present/past perfect’, così come del ‘present’ e del ‘past perfect progressive’ (attivo e passivo, per essere ancora più analitici ‘it has/had’). Tra i verbi basilari è consigliabile approfondire la conoscenza nell’uso orale e scritto del ‘future progressive’ (will be –ing), del ‘future perfect simple’ (will have) e del ‘future perfect progressive’ (will have been -being).

Tutto ciò può divenire evoluzione linguistica se applicata all’interno di corsi specifici, adeguati al livello e alla necessità di apprendimento, nei quali, grazie ad esercizi orali e scritti, l’approfondimento della grammatica è il nucleo focalizzante dell’esperienza didattica.

oltre al corretto impiego dei verbi basilari anche la conoscenza del ‘third conditional’, il periodo ipotetico del terzo tipo, così come delle voci impersonali (ad es. it’s available etc.) sono tra le maggiori attività grammaticali ideali per determinare un’ottima conoscenza, anche se siamo ancora nei livelli iniziali/avanzati, della lingua inglese.

Lista giocatori fantacalcio: dove trovarla online

Breve storia del Fantacalcio

 

Il successo del Fantacalcio in Italia ha una sua ragione d’essere. Risponde un po’ al sogno di tutti gli italiani, quello di diventare commissari tecnici.

Nato negli anni ’90 da un’idea di Riccardo Albini, il Fantacalcio è un fantasy sport che consiste nel selezionare una rosa di giocatori presenti nel campionato di calcio di serie A avendo a disposizione un budget identico a quello degli altri partecipanti.

Ogni settimana il presidente allenatore della squadra seleziona un undici titolare e una panchina con i dodici giocatori pronti a subentrare agli eventuali assenti dell’ultim’ora.

Vincerà la partita chi totalizzerà più punti. Il calcolo si effettua sulla base della somma dei voti che i giornalisti sportivi assegnano sui giornali di riferimento.

Dove si possono trovare le liste dei giocatori

 

Le liste dei giocatori del Fantacalcio si possono trovare online sui principali portali di testate importanti quali il Corriere dello Sport e Gazzetta dello Sport.

La rosea ha portato al successo questo gioco nel lontano 1994 ospitando per la prima volta il campionato dei lettori. Su gazzetta.it si possono trovare le liste dei giocatori della Magic Cup, e il loro rendimento in casa e fuori casa.

A farla da padrone è però Fantagazzetta.com. Il portale ufficiale del Fantacalcio in Italia fornisce online una lista completa dei giocatori tra i quali è possibile selezionare la lista di calciatori che cercherà di vincere il torneo.

Fantagazzetta pubblica la lista dei calciatori e anche le relative quotazioni.

quotazioni fantacalcio gazzettaLe valutazioni dei giocatori si basano sulla carriera del singolo atleta mentre il valore dei giovani, non avendo un curriculum lungo, si baserà sulle votazioni ottenute nella stagione precedente.

È intuitivo che un calciatore di grande nome, anche se viene da una stagione deludente, manterrà sempre una quotazione alta.

Fantagazzetta offre anche una scheda personale del giocatore che riporta le sue statistiche, relative a goal, assist, autogoal, convocazioni ricevute, ammonizioni ed espulsioni.

Anche su Fantacalcio.it esiste una lista di atleti, divisi per ruolo, con relative quotazioni, mentre il quotidiano Repubblica ha seguito il trend, accorgendosi del grande successo che il gioco ha avuto negli anni, consentendo ai giornali che ospitavano i tornei di aumentare la loro popolarità.

Poiché Repubblica non ha una piattaforma propria, si appoggia al sito di Fantacalcio.it per liste e quotazioni.

Il Corriere dello Sport, che insieme alla Gazzetta è stato un punto di riferimento per quanti negli anni ’90 hanno iniziato a divertirsi con aste di giocatori e voti sul giornale il lunedì mattina, ha organizzato sul suo portale un campionato di Fantacalcio: la Mister Calcio Cup.

Iscrivendosi al torneo attraverso il login sul sito si può accedere alla lista completa dei calciatori.

Fantacalcio all’estero

 

Il Fantacalcio non è solo una passione italiana. Anche all’estero il gioco dei fantallenatori sta riscuotendo successo.

I tornei sono gestiti dalla UEFA. In Svizzera e soprattutto in Inghilterra è diventato un gioco molto popolare.

Finiamo con l’ultima novità proposta da Fantagazzetta, ossia la possibilità per i giocatori italiani di giocare con Euroleghe Fantagazzetta, il Fantacalcio Europeo.

Consente di inserire i top players dei campionati stranieri, potendo quindi scegliere il meglio del calcio mondiale.

I fantallenatori non vedono l’ora di schierare Messi e Cristiano Ronaldo nel loro team.

 

Fonte: SerieANews.com